Disattivazione armi

A seguito dell’entrata in vigore del Regolamento comunitario di disattivazione CE 2015_2403 del 15 dicembre 2015 si fa presente che il Banco Nazionale di Prova è stato individuato come Ente certificatore dell’avvenuta disattivazione; a tal fine si precisa che le armi presentate devono essere corredate da dettagliata documentazione tecnica che attesti le operazioni eseguite nonchè la durezza dei perni/barrette inseriti e deve riportare il nome del produttore, il tipo di arma, il calibro, la matricola e, se noto, il modello.

A partire dal 28 giugno 2018 le operazioni da eseguire per disattivare un’arma, sono quelle riportate nel documento di seguito pubblicato, come peraltro indicato nella CIRCOLARE N. 557/PAS/U/009298/10900(27)9 del 29 giugno 2018 emanata dal Ministero dell’Interno.Rimangono invariate la procedura e le modalità di presentazione delle armi.

I componenti oggetto di disattivazione devono essere fotografati nello stato in cui si trovano prima degli interventi e dopo, al fine di documentare le operazioni eseguite. Le foto in formato cartaceo dovranno essere allegate alla relazione tecnica.

Nella relazione tecnica dovranno essere descritte dettagliatamente le operazioni eseguite facendo riferimento ai punti indicati nel REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2018/337 del 5 marzo 2018.

Nel caso che sulle parti essenziali dell’arma siano presenti la matricola o altri elementi idonei alla loro identificazione e che le operazioni di disattivazione non ne consentiranno la verifica successiva, la matricola dovrà essere riportata a cura del presentatore in una area visibile, l'esecuzione di tale operazione dovrà essere riportata nella relazione tecnica.

Il presentatore deve essere in possesso di regolare licenza che deve essere esibita congiuntamente alla relazione tecnica.

Le tariffe, approvate dal Ministero dello Sviluppo Economico, sono:

  • € 30,00 per le armi comuni;
  • € 35,00 per le armi semiautomatiche;
  • € 50,00 per le armi automatiche.


Tali tariffe saranno applicate anche se le armi risultano non conformi.

Disattivazione armi

Articoli correlati

Prova armi

Prova armi

Il Banco Nazionale di Prova si occupa della Prova unitaria delle Armi Portatili e relativa loro Certificazione ai sensi della Legge 186/60, DPR 1612/64 e Legge 993/73. L'Ente conserva inoltre i marchi identificativi depositati dai produttori di armi.

In dettaglio
Controllo munizioni

Controllo munizioni

L'Ente effettua il controllo e la verifica delle munizioni commerciali per uso civile ai sensi della Legge 509/93. Tale attività comprende il controllo visivo dimensionale, la misura della pressione massima, la prova delle munizioni commerciali sia in fase di omologazione del tipo che nel controllo di fabbricazione e nel controllo di ispezione.

In dettaglio
Classificazione

Classificazione

Il Banco Nazionale verifica ai sensi della Legge 135/2012, per ogni arma da sparo prodotta, importata o commercializzata in Italia la qualità di arma comune da sparo, compresa quella destinata ad uso sportivo e la corrispondenza alle categorie di cui alla Direttiva UE 853/17.

In dettaglio
Richiesta C.N. armi aria o gas

Richiesta C.N. armi aria o gas

Il Banco Nazionale di Prova verifica la conformità delle armi ad aria o gas compressi accertando in particolare che l'energia cinetica non superi 7,5 Joule. Tale procedura è finalizzata al rilascio della conformità (C.N.) da porre sulle armi ad aria o gas compressi da parte della ditta fabbricante o importatrice.

In dettaglio
Derubricazione repliche armi avancarica

Derubricazione repliche armi avancarica

L'Ente, a richiesta dell'interessato e dopo aver verificato la documentazione richiesta, rilascia apposita documentazione certificativa atta a dimostrare che la replica di arma antica avancarica a colpo singolo di modello anteriore al 1890 rientra tra quelle esonerate dall'obbligo di denuncia all'Autorità di P.S. ai sensi del D.M. 362/01.

In dettaglio
Derubricazione armi aria o gas

Derubricazione armi aria o gas

Previo appuntamento con il personale del Laboratorio Balistico, è possibile procedere alla misurazione dell'energia erogata dell'arma ad aria o gas compresso al fine di ottenere la certificazione necessaria per poterla derubricare dagli obblighi di denuncia all'autorità di P.S. ai sensi del D.M. 362/01.

In dettaglio
Prove balistiche

Prove balistiche

Il Banco Nazionale di Prova è dotato di un Laboratorio Balistico per l'effettuazione di prove di resistenza e balistiche su dispositivi di protezione quali elmetti, giubbetti, vetri antiproiettile e altre dotazioni. L'Ente esercita anche l'attività di collaudo di poligoni militari, delle Forze di Polizia e delle sezioni T.S.N.

In dettaglio