Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)
Area riservata Clienti
Home Chi siamo

Chi siamo

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

Agli inizi del 1900, i fabbricanti di armi della Provincia di Brescia, individuarono nella qualità e nella affidabilità, la chiave del successo per i loro prodotti e costituirono un Consorzio con i Comuni di Brescia e Gardone V.T., la Camera di Commercio di Brescia ed il Ministero dell'Industria dell'allora Regno di Italia.
Nacque così con Regio decreto n° 20 del 13/01/1910 il Banco di Prova con sede a Brescia e laboratori nei più importanti centri di produzione armiera: Gardone V.T. e Brescia.

11 12


I soci del Consorzio versarono un contributo "una tantum" per affrontare le spese di avviamento.
Fra difficoltà burocratiche e lo scoppio della prima guerra mondiale, fu solo dal 1° settembre 1920 che incominciò a funzionare la sezione di Gardone V.T., mentre quella di Brescia iniziò l'attività il 1° luglio 1921.
La prova del Banco era facoltativa fino al 1923 anno in cui la legge n° 3152 la rese obbligatoria.
Nel 1925 oltre alle due sezioni di Gardone V.T. e Brescia, venne aperta una sezione del Banco a Camerlata (Como) ma operò per circa un anno (dal 2 febbraio 1925 al 28 febbraio 1926). Con RD il 15 novembre 1925 il Banco di Prova assunse la denominazione di "Banco Nazionale di Prova per le armi da fuoco portatili".
Nel 1928 l'Italia aderì alla Convenzione di Bruxelles con cui alcuni paesi Europei riconoscevano reciprocamente le prove sulle armi effettuate dai rispettivi Banchi di Prova.
La crisi economica che investì l'economia italiana degli anni 20, portò alla chiusura della sezione del Banco di Prova di Brescia (chiuse il 17 maggio 1930) rimanendo la sola sezione di Gardone V.T. che andò sempre più affermandosi.
La sede era ubicata in un vecchio edificio in Via Della Vittoria e fu trasferita nell'attuale sito di via Mameli nel 1951.

13 14

 Il Banco Nazionale di Prova nel suo quasi secolo di storia ha subito diversi adattamenti normativi e organizzativi per renderlo più rispondente alle nuove esigenze tecniche e amministrative.


In particolare:

- la legge n° 186 del 23 febbraio 1960 che sostituisce il RDL n° 3152 del 1923 sulla obbligatorietà della punzonatura delle armi da fuoco portatili;
- la legge n° 993 del 12 dicembre 1973 con cui si ratifica la seconda Convenzione di Bruxelles (adottata il 1° luglio 1969) sul riconoscimento reciproco dei punzoni di prova fra alcuni paesi europei attualmente Austria, Belgio, Federazione Russa, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Spagna, Ungheria e con la Repubblica del Cile, nonché l'istituzione di una Commissione Internazionale Permanente (CIP) che fisserà i criteri di prova per la sicurezza dell'utilizzatore finale dell'arma;
- la legge n° 110 del 18 aprile 1975 che integra e disciplina le norme per il controllo delle armi e delle munizioni, introducendo l'obbligo della catalogazione delle armi rigate, attribuisce al BNP il compito di verificare la conformità delle armi al Catalogo Nazionale;
- la legge n° 509 del 6 dicembre 1993 che stabilendo la Norme per il controllo delle Munizioni Commerciali definisce il BNP l'Organo Nazionale Competente per la prova delle munizioni così il BNP assume l'attuale denominazione di "Banco Nazionale di Prova per le armi da fuoco portatili e per le munizioni commerciali";
- il D.M. n° 362 del 9 agosto 2001 che disciplina le armi ad aria compressa e le repliche di armi ad avancarica monocolpo.

14 15

Il BNP è quindi istituzionalmente il "controllore tecnico" della rispondenza delle armi e delle munizioni alle norme tecniche e di legge e può essere considerato "l'ufficio anagrafe" di tutte le armi prodotte in Italia e buona parte di quelle importate.
Sulle armi che hanno superato la prova, il BNP appone i punzoni riportati nella tabella.  Oltre gli accennati compiti istituzionali, il BNP svolge altre rilevanti attività complementari, quali le prove di resistenza balistica di giubbetti, elmetti, vetri anti proiettili, serramenti e blindature in genere, sia per le Forze di Polizia che per le aziende produttrici, nonché per gli Istituti di Vigilanza. (approfondimenti alla sezione Attività-prove balistiche speciali).
Il BNP è l'unico Ente che esegue il collaudo balistico dei Poligoni di Tiro per le Forze Armate e di Polizia.
Effettua anche prove speciali su armi e munizioni (precisione, affidabilità, resistenza ecc…).
Il Banco di Prova è un "Ente di Diritto Pubblico" e viene gestito da un "Consiglio di Amministrazione" nominato dal "Ministero dello Sviluppo Economico" a cui fa capo per quanto concerne la determinazione delle tariffe di prova di armi e munizioni.
Il Consiglio di Amministrazione, composto da n° 12 componenti, rimane in carica 4 anni ed elegge il suo Presidente.
Il Direttore del Banco è nominato dal Ministero dello Sviluppo Economico, sentito il Ministero della Difesa e partecipa al Consiglio di Amministrazione con voto consultivo e con le funzioni di Segretario.
Il personale dipendente del Banco è così composto: un Capo delle "Prove Armi" che dirige e sorveglia la prova delle armi presentate, un Capo del Laboratorio Balistico per la prova delle munizioni commerciali e delle prove balistiche speciali, un Capo Ufficio Amministrativo, impiegati tecnici ed amministrativi, operai e collaudatori tecnici.
Proseguendo nello spirito dei fondatori "migliorare la qualità e l'affidabilità della produzione armiera italiana" il BNP si ripropone in veste sempre più moderna partendo da una revisione critica della propria organizzazione, dall'aggiornamento dei sistemi e degli strumenti di controllo, verificando continuamente la rispondenza e l'adeguatezza alle necessità dell'utenza siano essi produttori siano essi utilizzatori finali.
In questa ottica il BNP ha volontariamente sottoposto il proprio sistema di gestione della qualità alla certificazione secondo le norme UNI EN ISO 9001/2000.
La certificazione è stata ottenuta nel 2005 dal più antico Ente di certificazione italiano il Registro Italiano Navale (RINA).

 
Chi è online?
 64 visitatori online