Italian - ItalyFrench (Fr)English (United Kingdom)
Home Attività

Collaudo armi

smaller text tool iconmedium text tool iconlarger text tool icon

 

ATTIVITA’ ISTITUZIONALI RIFERIMENTI NORMATIVI
Prova Unitaria delle Armi Portatili  e certificazione - Legge 23 febbraio 1960 n. 186. Modifiche al R.D.L. 30 Dicembre 1923 n. 3152 sulla obbligatorietà delle punzonature delle armi da fuoco portatili.

- D.P.R. 28 ottobre 1964 n. 1612 approvazione del Regolamento per l’applicazione della Legge 30 dicembre 1923 n. 3152 sull’obbligatorietà delle punzonature delle Armi da Fuoco Portatili.

- Legge 12 dicembre 1973 n. 993
Ratifica ed esecuzione della convenzione per il riconoscimento reciproco dei punzoni di prova delle Armi da Fuoco Portatili con regolamento ed annessi  I e II adottate a Bruxelles il 1 luglio 1969.
Tenuta dei marchi identificativi depositati dai produttori di armi
Controllo e certificazione della conformità al catalogo nazionale della Armi comuni da sparo delle armi presentate al Banco Nazionale di Prova - Legge 18 aprile 1975 n. 110. Norme integrative della disciplina vigente per il controllo delle armi, delle munizioni e degli esplosivi (art. 11 comma 2; Art. 14)

- Legge 16 marzo 2006 n. 146. Ratifica ed esecuzione della convenzione e dei protocolli delle Nazioni Unite contro il crimine organizzato transnazionale adottati dall’Assemblea Generale 15 novembre 2000 ed il 31 maggio 2001 (art. 15 comma 2)
Alienazione delle armi importate risultate non idonee ed abbandonate dall’importatore
Verifica, controllo  e apposizione della sigla del paese importatore e anno di importazione sulle armi importate in Italia dai Paesi extra UE
balistica-13 balistica-14
Certificazione dei calibri verificatori utilizzati
per i controlli, mediante macchina di misura
3D ottica
Prove meccaniche sui materiali con utilizzo
di un micro durometro
collaudo-12 collaudo-13

ATTIVITÀ DEL BANCO NAZIONALE DI PROVA:

Le attività di misura e di certificazione del Banco di Prova possono essere suddivise in tre famiglie:
- Prova delle armi
- Controllo delle munizioni commerciali
- Prove balistiche speciali (Balistica interna, esterna e terminale).

PROVA DELLE ARMI

Per la prova delle armi il Banco di Prova dispone di impianti, attrezzature e strumenti di controlli quali:
a) verificatori "passa e non passa";
b) strumenti elettronici per la misura del diametro interno della canna;
c) bilance elettroniche;
d) cabine di sparo con servomeccanismi pneumatici che consentono di provare ogni tipo di arma e di canna, in condizioni di massima sicurezza;
e) sistema informatico per la gestione, registrazione e archiviazione in tempo reale dei dati acquisiti nelle prove di ogni singola arma. Il sistema consente di rilevare l'eventuale ripresentazione di un'arma avente una matricola già utilizzata dal fabbricante (per le armi presentate dopo il 1999).

La procedura di controllo e di prova, a cui deve essere sottoposta ogni singola arma (la prova è individuale), viene eseguita in conformità alle norme C.I.P., e consiste in:
a) Controllo dei marchi distintivi, che consentono l'identificazione dell'arma presenza del nome, della sigla o del marchio del fabbricante o assemblatore, dell'anno e del Paese o luogo di fabbricazione, nonchè il numero di matricola. Il calibro deve essere riportato  almeno sulla canna.
b) Controllo visivo e di funzionamento in bianco.
c) Controllo dimensionale delle caratteristiche che interessano la sicurezza dell'utilizzatore.
d) Prova sparo di due cartucce, per ogni canna, che sviluppano una pressione di almeno il 25% superiore alla massima pressione delle cartucce commerciali. Per le armi provate per l'impiego delle cartucce con pallini di acciaio, si sparano 3 colpi per canna. Per i revolver si spara una cartuccia per camera.
e) Controllo dopo lo sparo: dopo lo sparo le armi vengono attentamente esaminate mediante un controllo visivo e con verificatori "non passa."
f) Punzonatura e registrazione dei dati: se un'arma ha superato tutte le prove precedenti, il Banco appone i punzoni in conformità alle normative C.I.P..

I dati inoltre, vengono riportati nel certificato di prova, che il Banco rilascia al presentatore, e li trattiene in copia.
L'archivio o banca dati del Banco di Prova, contiene i dati, relativi alle circa 40 milioni di armi provate dal 1920 ad oggi.

I componenti essenziali dell’arma, quali la canna, il telaio, il fusto, comprese le parti sia superiore sia inferiore (upper receiver e lower receiver), nonche', in relazione alle modalita' di funzionamento, il carrello, il tamburo, l'otturatore o il blocco di culatta, se presentati alla prova separatamente a seguito di fabbricazione o importazione devono riportare gli elementi identificativi previsti dall’art.11 della L.110/75.

Il tempo di riconsegna medio delle armi è di circa 3 giorni lavorativi

 
Chi è online?
 32 visitatori e 2 utenti online